FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

28 giugno 2008

Adesso stiamo esagerando.

Non corrono fiumi di simpatia tra il Corriere e Apple, lo sapevamo. Ogni articolo è fatto apposta per mettere in cattiva luce i prodotti di Apple, ogni minima briciola viene messa in homepage per screditare Apple o per mettere in risalto solo gli aspetti negativi (e ne parla anche il mio amico Momo).
Fin qui sarebbe anche cosa giusta, che c'è di male a parlare di qualcuno, soprattutto quando si dice la verità.

Il problema è quando si parla male e basta.

Quando pur di far notizia si ricorre ad ogni squallido mezzuccio, a titoli che ingannano e che fanno ridere tanto è palese che si tratta solo di far notizia a tutti i costi.

Oggi è il turno di una notizia che definire ridicola è poco. Certo se venissero riportate tutte le altre notizie andrebbe anche bene, ma visto che gli articoli su Apple hanno un trend abbastanza ovvio sul Corriere ecco quindi basta che il Los Angeles Times scenda nel ridicolo e il nostro bel giornale mette tutto in prima pagina.

Quindi squilli di trombe, perché l'iPhone non permetterebbe alle persone con le dite più grosse della norma di digitare sul display multitouch dell'iPhone, ma problemi (ORRORE, che intervenga l'ONU al più presto!!!!) anche per le donne con le unghie lunghe che non riuscirebbero a toccare il display nel modo più corretto.

OK. E allora???
È un obbligo adesso avere l'iPhone?

Adesso facciamo una protesta perché i vestiti più belli di Gucci, Prada, Dior, Armani, Valentino costano troppo e la gente che ha lo stipendio tirato non può permetterseli. Protestiamo contro la Fiat perchè se sono obeso (con tutto il rispetto per loro, che non sono l'oggetto delle mie critiche) e peso 200 chili faccio una fatica sovraumana per entrare nella Panda.
Insomma la febbre da iPhone sta davvero raggiungendo livelli estremi, con gente che dice assurdità senza senso e emeriti pecoroni che li seguono a ruota.

Intanto il nostro caro bel giornale non mette in risalto nemmeno con 3 righette il fatto che Intel (che non è proprio l'azienduccia sotto casa) snobbi Microsoft Vista a favore dell'ormai pensionando XP. Insomma un altro tassello nell'odissea dell'ultimo OS di Redmond che sembra non essere gradito da più di qualcuno.

La notizia sul Corriere

4 commenti:

thecatisonthetable ha detto...

QUanto ai vestiti di stilisti famosi (ma anche quelli di Benetton, Sisley e compagnia bella) direi che più che discriminare per i prezzi discriminano per le taglie, che se sei più 47kg non ci entri manco in foto...

exsurge domine ha detto...

scandaloso..si sta proprio esagerando!

Momo ha detto...

Hahaha, grande Saint! Ben detto! Ogni volta che possono parlare di iPhone (e quindi gudagnarsi una milionata di cliccatine in più) non perdono occasione. Anche se si tratta di dire cazzate immani. Braaaavi, braaavi, braaavi!

Zion ha detto...

Che tristezza, come ho già commentato sul blog di momo...mi fanno proprio girare. Sono veramente tristissimi, spero che l'iphone venga vendutissimo in italia alla faccia loro.