FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

26 febbraio 2006

[1] Auto: Salone di Ginevra 2006


Non posso non parlare di automobili, un'altra delle mie grandi passioni, quindi ogni tanto vi terrò aggiornati sul mondo dei motori. Cercherò di limitare al minimo i miei giudizi personali ("de gustibus non disputandum est") sull'estetica di alcune vetture ma se qualcosa mi sfuggirà perdonatemi. A volte metto da parte la ragione per lasciare posto al cuore e alle emozioni, quindi mi scuso (fin da ora) se mi soffermerò più su Ferrari, Lamborghini, Maserati & Co piuttosto che parlarvi dell'ultima citycar. Dopo questa introduzione penso sia ora di cominciare.
Ce ne sarà per tutti. Al 76mo salone dell'auto di Ginevra (dal 2 al 12 marzo) non mancheranno di certo le sorprese. Ve ne elenco un paio, ecco quello che ho notato di più:
Alfa Romeo: verranno presentate in anteprima la 159 SportWagon e la Spider (nient'altro che la Brera in versione spider).
Audi: Roadjet (concept) e RS4 Avant e Cabrio, se le ultime due non hanno bisogno di presentazioni la prima ha sicuramente qualcosa di inedito, con un design che anticipa le future soluzioni stilistiche della prossima generazione dell'A4 (da notare il frontale ancora più aggressivo e la cornice ancra più massiccia) la Roadjet prefigura il concetto di Crossover che tanto piace ai costruttori, purtroppo i confronti sono ancora limitati ma nella nuova squadra troviamo Mercedes-Benz con il Classe R e l'italiana Fiat con la Croma.
Cadillac: messa da parte la BLS (becessaria per la penetrazione del brand in Europa), la "Caddy" ripropone il proprio best-seller: la nuova versione dell'Escalade, ora beneficia di un nuovo motore di 6,2 litri e di un design tutto nuovo. Piacerà? Agli europei forse poco, ma se si vendono Cayenne (da 3 km con un litro ) anche questa ha qualche speranza.
Ferrari: 599 GTB Fiorano, l'erede della 575 Maranello è pronta , con un motore da 620 cv e un design che rompre con la tradizione si prepara a diventare il nuovo oggetto del desiderio.
Fiat: niente di nuovo (se non la Stilo Uproad, versione "fuoristrada" della Stilo SW a trazione anteriore), a parte qualche concept che difficilmente vedrà la luce (ad esempio il massiccio Oltre o l'ecologica Panda Hydrogen).
Ford: l'ultima arrivata nel campo delle coupé-cabriolet è la nuova Focus CC, linea filante ed elegante unita ad un bagaliaio di tutto rispetto (quasi 500 litri) a tetto chiuso, unico punto debole della categoria.
Lamborghini: Murcièlago LP640, versione ancora più esclusiva della nota roadster italo-tedesca, 640 (seicentoquaranta) cavalli e un'inedito design di alcuni dettagli estetici fanno di quest'auto un punto di riferimento della categoria.
Mercedes: SL 55 e SL 65 AMG, lieve facelift per la roadster tedesca che con 517 e 612 cavalli rimane una delle auto più ammate dai benzinai; difficile godersele in Italia, meglio una bella corsa nelle Autobahn tedesche. CLS 63 AMG, 514 cavalli (non sovraalimentati) per la coupé 4 porte dalla linea sfuggente ed aggressiva, come al solito i preparatori AMG preferiscono la sobrietà al più spinto auto-tuning, quindi leggere appendici aerodinamiche e cerchi maggiorati. L'eleganza sposa la cattiveria.
Pagani: grazie a Horacio Pagani l'Olimpo delle topcar si prepara ad accogliere una nuova divinità: la Pagani Zonda Roadster F, nessun dato è trapelato fino ad ora se non che sarà la Pagani più potente in commercio, quindi, unica certezza, i cavalli saranno più di 555.
Peugeot: 207, la piccola francese cambia e diventa ancora più aggressiva ed evita di farsi influenzare dal "monovolume style" in favore della sportività.
Porsche: continua l'aggiornamento di tutta la gamma Carrera con la 911 Turbo, 480 cavalli per il nuovo bolide, 3.7 secondi per lo 0-100 km/h. Penso non serve dire altro, neppure il prezzo, tanto saranno sempre i soliti a prenderela...
Per ora è tutto, non ci resta che aspettare l'apertura dei cancelli

1 commento:

Exsurge Domine ha detto...

esiste un sito ufficiale dell'evento?