FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

26 novembre 2009

iMac G5 | Da Tiger a Leopard

Ci ho messo un bel po' di tempo, ma alla fine l'aggiornamento è arrivato anche per il mio tenero iMac G5 bianco bianco. Si passa quindi da Tiger a Leopard. Non che sia l'ultimo ritrovato della tecnologia Apple ma Snow Leopard ha deciso che i processori PPC (G5 in questo caso) non erano degni del suo nome, quindi niente supporto per il processore del mio iMac.

Tanto per rendervi un'idea la configurazione del mio iMac è piuttosto semplice:
processore PPC (PowerPC) G5 a 2 GHZ
2 GB di RAM
Scheda video ATI Radeon 9600 128 MB di RAM
Hard disk da 1,5 TB

Non c'è molto altro da aggiungere alle caratteristiche tecniche.

Tornando all'aggiornamento in molti casi è sconsigliato procedere a soluzioni come l'aggiornamento partendo da Tiger. Certo inserendo il disco di Leopard è tanto facile aggiornare quanto bere un bicchiere d'acqua, se non fosse però per alcuni piccoli inconvenienti che si sono presentati all'avvio, come la totale assenza del dock.
È stata quindi cosa buona e giusta procedere con un'installazione che eliminasse ogni ricordo di Tiger dal mio Mac. Inserito nuovamente il disco del nuovo sistema operativo, riavviato e partiti di nuovo con l'installazione, questa volta con la premura di un bel "Inizializza ed installa".

Poco più di un'ora e appare la scrivania di Leopard, con il famoso dock 3D, e il classico sfondo a tema spaziale/astronimico. L'ultimo passo è l'aggiornamento del sistema operativo all'ultima versione disponibile, comprese alcune applicazioni che include come iTunes e Quicktime. Qualche minuto per queste due apps, un'oretta per l'aggiornamento combinato di Mac OS 10.5 da oltre 760 MB (!) e poi pronti per ripartire.

Certo le differenze rispetto al suo predecessore sono notevoli ma non saltano subito all'occhio fin tanto che non si inizia a "smanettare" in maniera approfondita. Il Finder è l'elemento che più colpisce, adesso con alcuen funzionalità degne di nota, più che altro per quanto riguarda la visualizzazione, decisamente migliorata rispetto alle precedenti versioni.

Sto ancora cercando di ambientarmi bene ed installare tutte le applicazioni che usavo prima, ma una delle prime cose che ho fatto è stata quella di installare Photoshop CS e posso confermare che funziona dignitosamente bene, cosa che ha reso il mio passaggio a Leopard in forse fino all'ultimo momento.

Magari nei prossimi giorni tornerò a scrivere qualcosa a riguardo ancora, ma non ne sarei troppo sicuro, Leopard sembra funzionare bene, ogni tanto qualche rallentamento, la rotellina colorata gira per qualche secondo (1-2 di norma), talvolta qualche piccolo scatto lo si nota ma d'altronde è più di quanto si possa chiedee ad un Mac che va per i 5 anni e che ormai non gode di quasi più nessun supporto è anche troppo!

2 commenti:

pablogilberto ha detto...

io ho aggiornato qualche mese fa il mio mac mini G4 partendo da Tiger senza alcun problema. Sarò stato fortunato :)

Ale ha detto...

Non so come fosse Tiger, dato che il mio Mac book è nato con LEopard già installato, ma è una gran figata :D