FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

30 settembre 2007

Senza spiegazione...

L'angoscia

...E si ritrovò improvvisamente davanti a tutto ciò che non avrebbe mai voluto vedere...

La struttura scarna evidenzia evidenzia e accentua il senso di angoscia di fronte all'irrazionalità della mente architettonica, alla morte di ogni riferimento classico che possa dare solidità alla struttura e regalare un senso armonia.
L'intero edificio affoga nella presunzione di un disegno minimalista, nell'arroganza delle forme che tendono ad eliminare il superfluo per fare spazio all'abominio di ogni idealismo che renda coerenza all'insieme.
In questo modo vengono esaltate le proprietà meno dinamiche della costruzione, ogni tentativo di movimento è spento dal misero tentativo di accentuare proprio il senso dello stesso, ne risulta quindi una dimensione della realtà distorta attraverso il disprezzo per l'arte stessa, la rottura di ogni schema, l'elevazione dell'uomo in un piano di profondo sgomento di fronte ad un sensazionale esempio di delirio dell'architettura, che spinge l'uomo verso il suicidio di ogni sentimento emotivo, oltrepassando il piano razionale, giungendo alla follia dell'irrazionale che vede il proprio compimento nell'autodistruzione nella sua forma più estrema.
La brama di emulare un minimalismo estremo che sappia esaltare le qualità emotive dell'individuo portano al dissennato risultato di una struttura che, totalmente estranea da ogni riferimento spazio-temporale, pone se stessa e l'umanità stessa nel baratro dell'imbarazzo del disegno.
Il vortice creato dalla struttura stessa riesce ad annegare il concetto di arte come fine a se stessa, ma, oltrepassando ogni forma di eleganza, riesce con prepotenza a portare l'umanità di fronte alla perdita di ogni valore, di fronte alla catastrofe nata del desiderio sfrenato della creazione, trascinando lo spettatore nel buio dell'angoscia, nel rovinoso disfacimento del crollo della propria identità personale che viene fagocitata dal vuoto della sostanza, dall'allucinante distacco della coscienza dal proprio corpo.

Stremato dall'estremo tentativo di spiegare l'inspiegabile morte di ogni riferimento che potesse confortarlo, non gli rimase che sperare di trovare la misericordia della fine del mondo alla fine del vorticoso baratro in cui si era gettato...

4 commenti:

ape ha detto...

sì ma poi si sposano?

Saint Andres ha detto...

Eh, no Ape :D stiamo parlando di un uomo di fronte ad un edificio :D

LacrimadiLuna ha detto...

Babba biaaaaa

Saint Andres ha detto...

Babba biaaaa, proprio! :D :D ahaha