FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

20 marzo 2009

La camicia perfetta

Ci sono degli indumenti ai quali sono particolarmente affezionato, con questo post potete entrare nel mio armadio alla scoperta di uno dei miei preferiti, una camicia comperata qualche mese fa in un negozietto (che ahimè, ha chiuso i battenti) di Abano Terme, non una marca particolare, famosa, ma appena ho visto questa camicia è stato amore a prima vista.

Ecco quindi quello che rende questa camicia particolare, che fin dal primo giorno l'ha fatta balzare al primo posto, tra le mie preferite, soprattutto per la qualità del tessuto, cosa d'importanza primaria per questo tipo d'indumento.
Tutte le foto sono ingrandibili cliccandoci sopra
Partiamo dal colletto a contrasto, tessuto azzurro ma polsini e colletto bianchi come si vuole a Wall Street dove il colletto che spunta dalla giacca deve essere rigorosamente bianco.
camicia, cotone, doppio ritortoAltro elemento fondamentale per una camicia è il colletto alla francese, largo, con l'angolo formato dalle punte che come vedete è ampissimo, quasi un angolo piatto. Di solito per un vezzo personale mi piace abbinarlo con cravatte a cui preferisco un nodo stretto. La qualità di una camicia si riconosce dal colletto, in questo caso davvero consistente al tatto, che fa percepire subito una certa rigidezza.
camicia, cotone, doppio ritortocamicia, cotone, doppio ritortoLa rigidezza delle punte è affidata alle classiche stecche, in questo caso di plastica, estraibili (in modo da poterle sostituire o per poterla lavare) che conferiscono al colletto un aspetto rigido ed evitano che le punte prendano brutte pieghe.
camicia, cotone, doppio ritortoEcco il polsino, bianco, ad un bottone, arrotondato, sinonimo di eleganza. Da notare il bottone, molto spesso, cosa importantissima nelle camicie è proprio lo spessore del bottone, sui 2-2,5 millimetri l'ideale .camicia, cotone, doppio ritortocamicia, cotone, doppio ritortoParlando ancora di polsino ecco il bottone più piccolo che tiene lo spacco della manica, indispensabile (e da slacciare) nel caso si voglia arrotolare le maniche d'estate. Nonostante esistano le camicie a maniche corte io preferisco sempre di gran lunga le maniche piegate su se stesse in modo educato. Mi raccomando però, a quel punto è da togliere la cravatta, sarà strano ma preferirei una polo a maniche corte con la cravatta che non una camicia a maniche corte, anche se questi sono davvero dettagli.camicia, cotone, doppio ritortoLo spacco sulla manica termina a punta, una soluzione che non accentua l'eleganza e il senso di "slancio" della manica.camicia, cotone, doppio ritortoSe c'è una cosa che adoro sono quelle cosa fondamentalmente inutili ma che ti fanno subito percepire la camicia che ha di fronte, la qualità e la cura dei dettagli, i piccoli particolari che fanno sempre piacere. uno di questi è lo spacco laterale della camicia, che non è lasciato al caso, ma impreziosito con un tessuto bianco a contrasto. Un dettaglio che appaga i propri sensi pur essendo sempre nascosto sotto i pantaloni, ma un sintomo della cura con cui è stata prodotto questo indumento.
camicia, cotone, doppio ritortoAltro vezzo, un po' una tradizione, una cosa che mi piace sempre è l'ultimo bottone con l'asola orizzontale, che si distingue quindi da quelle verticali di tutti gli altri bottoni, pur rimanendo con la maggior parte dei pantaloni nascosto. Non ho mai capito il motivo di questa cosa, il motivo di questa particolarità però è una cosa che apprezzo sempre.camicia, cotone, doppio ritortoQualche centimetro più in basso, si trovano i bottoni di ricambio, uno, più piccolo per lo spacco della manica e l'altro, di dimensioni normali, per tutti gli altri bottoni polsini compresi. Come potete notare ovviamente questi bottoni sono cuciti all'interno, rispetto a tutti gli altri bottoni, in modo che non siano immediatamente visibili.
camicia, cotone, doppio ritortoNiente "cannolo" per questa camicia, ovvero quella parte di tessuto che di solito viene applicata nell'abbottonatura e che io chiamo così, avremo quindi una superficie liscissima, senza interruzioni fino ad arrivare all'abbottonatura. Una cosa che secondo me rende elegantissime le camicie, magari per distinguerle da quelle sportive con il "cannolo", il taschino, e il polsino con il taglio di 45 gradi, magari con il colletto con le punte fermate dai bottoni.camicia, cotone, doppio ritortoDoppio ritorto è un tipo di tessuto che si usa spesso nelle camicie, in cui i fili di cotone vengono ritorti a due a due, soprattutto nei modelli più pregiati, consistenti senza però andare a discapito della morbidezza e garantendo una luminosità invidiabile. Per farvi capire meglio con questa tecnica i fili vengono "intrecciati" a due a due, come vedete dalle foto in questo caso si tratta di un filo bianco e di uno azzurro che formano una specie di "treccia", questa animazione riesce a spiegare le cose meglio di me.
camicia, cotone, doppio ritorto

3 commenti:

Dany ha detto...

Più che un commento vorrei postare un Video Tutorial che ben descrive come riconoscere una camicia di qualità e ben si accoppia alle foto/descizioni presenti in questo blog.

Dany ha detto...

Ecco il link del video a cui mi riferivo sopra.


http://www.fattosumisura.it/public/Docs/shopit/videot.asp

Video Tutorial | Come riconoscere una camicia di qualità

Giovanni Deiana ha detto...

L'asola orizzontale in fondo alla camicia serve ad assicurare la chiusura della camicia all'interno del pantalone che rischierebbe di smuovere la camicia. In questo modo la camicia chiusa è ben assicurata ai pantaloni. Comunque la camicia è bellissima, è anche un bel azzurro che stacca molto bene con il colletto !!