FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

3 febbraio 2013

Galaxy S3 morto. E io quasi.


Ho sempre parlato bene di Samsung ma questa volta mi tocca parlare del tristemente famoso problema chiamato "sudden death" che colpisce il Galaxy S3. Proprio mentre l'aggiornamento che dovrebbe risolvere la morte improvvisa del telefono è quasi pronto all'uscita (anzi, sarebbe già uscito una settimana fa ma poi subito ritirato) il mio Samsung Galaxy S3 ha deciso di morire. Non è morto del tutto perché premendo il tasto di accensione compare la scritta con il nome del telefono ma non capita alcunché, rimane su quella schermata all'infinito.
L'unica cosa da fare è portarlo in assistenza dove mi hanno detto che ci resterà per 10-15 giorni. 
A meno di andare ad installare firmware personalizzati che invaliderebbero la garanzia, non c'è niente da fare se non andare al più vicino centro d'assistenza e aspettare.
Ecco in questa cosa Samsung ha ancora molto da imparare da Apple, soprattutto per quanto riguarda la politica di aggiornamenti, dove ci sono sempre tempi di attesa biblici o differenze tra telefoni brand, no brand, europei o italiani.
La cosa pesa, perché mi capita proprio il giorno in cui sono a letto con la febbre, quindi sono già contrariato per il mio stato di salute, tocca mandare qualcuno al posto mio per portare il telefono in assistenza.
Oltretutto in questo periodo sono anche senza Tamron 24-70mm f/2.8 e anche questa cosa mi urta non poco.
Trovare un telefono sostitutivo per queste settimane non è difficilissimo, ho conservato il mio Nokia 6680 con cura quasi maniacale ed è ancora perfettamente funzionante ma devo andare a prendere un adattatore da MicroSIM a SIM. Fatto ciò posso iniziare ad usare questo telefono con il mio numero, però la mancanza di Whatsapp si fa sentire, ma tutto sommato me la cavo.
Anzi, devo dirlo, nonostante l'ormai sorpassato T9, il Nokia 6680 ha (secondo me) la migliore tastiera che abbia mai provato per comporre messaggi. Credevo di dovermi abituare di nuovo a scrivere con quuesto sistema ed invece dopo 3 anni riprendo a scrivere come se non fosse mai passato tutto questo tempo, con anche una certa soddisfazione per il feedback dei tasti che un po' mi mancava.
Ormai sono in via di guarigione, questo weekend ho dovuto annullare più di qualche impegno, ma per le prossime settimane oltre al lavoro ordinario mi aspetta sicuramente un'uscita a Venezia per fotografare qualche maschera al carnevale e soprattutto questa bellissima città che amo moltissimo ma che non ho sempre occasione di visitare.

PS. Nonostante tutto rimango fedele a Samsung, con la quale mi sono comunque trovato bene fin'ora. Apple avrà i suoi pregi ma ha anche i suoi difetti (non da poco) che comunque non la rendono perfetta rispetto ad altre marche.

1 commento:

nick982 ha detto...

Prova con una CyanogenMod, il mio Optimus One, cellulare che ha 2 anni e mezzo, con la CyanogenMod 9 e tornato a funzionare come se fosse nuovo.
Installarla non è difficile.
Ciao