FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

13 luglio 2011

Film | "Eclipse - The Twilight Saga". La mia recensione

eclipse, twilight saga, poster, locandina
Visti i primi due episodi ("Twilight" e "New Moon") non potevo non guardare questo terzo capitolo della saga, non tanto per la storia (altrimenti avrei abbandonato la visone a metà di "New Moon", troppo impegnato in tremende turbe psichico-amorose depressivo-adolescenziali) ma per alcuni tecnicismi che mi hanno sorpreso.

"Eclipse" (trama!), è quanto di peggio si possa chiedere da questa saga. Il mio parere di fronte a quello delle milioni di fan innamorate di Taylor Lautner o Robert Pattinson è irrilevante, ma forse per questo un po' più obiettivo. Se nei primi due capitoli venivano introdotti personaggi e situazioni in questo terzo film c'è davvero poca carne al fuoco. Mi dispiace anticiparvi la trama, ma se "New Moon" si concludeva con la proposta di matrimonio di Edward a Bella, in questo film mi aspettavo giusto il loro matrimonio, cosa che non accade, anzi, le due ore di film sono impegnate in altre turbe amorose del trio protagonista (Edward-Bella-Jacob). Punto.
Tutto quello che si vede nel trailer, azione ed epiche battaglie è sviluppato in meno di 5 minuti. Notevoli sono anche i dialoghi: "Ti amo", "Anche io", "Pure io", "Io amo te, ma forse anche lui", "Tu ami me e non lui" e via discorrendo riducendo il film a quei negozi di abbigliamento solo femminili dove l'uomo che accompagna la donna non può che entrare in una fase di coma profondo. Ecco così vi sentirete se avete accompagnato la vostra ragazza a guardare questo film.

Bella, o meglio Kristen Stewart tutto sommato mi sta anche simpatica, sempre timida e riservata nelle interviste e così poco amante dei riflettori, nonostante la celebrità. Oltretutto è un faro di speranza per coloro che sono state eliminate da qualsiasi scuola di recitazione per inespressività. Bella Swan fondamentalmente ha un'unica espressione, questa:
bella kristen stewart
In due ore di film riesce a mostrare per qualche frazione di secondo un leggero sorriso e un'espressione di dolore. Per il resto la sua espressione semi-catatonica la fa da padrona. Non che dispiaccia o che magari non sia in linea con il suo personaggio ma è inutile aspettarsi qualche piccola espressione. Che poi io critico, ma magari ha una paralisi al volto per cui mi fermo qui :D

Se proprio vogliamo parlare degli aspetti positivi, bisogna scendere ai soliti aspetti tecnici che in ogni caso non sembrano fare particolari progressi rispetto ai primi due film. Quindi alla fine rimane la splendida casa dei Cullen, le riprese aeree delle location e al massimo la fotografia che mostra un mondo difficile da vedere in altri film. Anche qui bisogna fermarsi perché non rimane molto altro.

Peccato, alla fine, il film si riduce alla solita pellicola amorosa-strappalacrime, troppo povera per essere apprezzata anche da un pubblico maschile nonostante credo che le potenzialità ci fossero.

PS. Per gli appassionati e per i fan, un piccolo promemoria mentre attendete l'uscita di "Breaking Dawn". Nonostante non mi reputi professore d'inglese, un paio di cose le ho imparate. Sentire una giornalista pronunciare "brekin dAun" e non "dOun" fa leggermente ribrezzo, se non per il semplice fatto che stiamo parlando di down e dawn, due parole diverse che meritano giustamente pronuncia diversa. L'unica scusante è che il termine in questione non è famosissimo (a parte l'operazione in Libia "Odissey Dawn" ). In ogni caso "Breaking Dawn" si traduce come un "Inizio dell'Alba", nonostante nel film non ci sia l'inizio di un bel niente, ma la solita tiritera tirata per le lunghe.
eclipse, twilight saga, poster, locandina
eclipse, twilight saga, poster, locandina

1 commento:

Il guardiano del faro ha detto...

mai adorato questa saga, la vedo esclusivamente per ragazzini e ragazzine.
Il mondo dei vampiri, licantropi...ecc è stato rovinato in una maniera incredibile.