FOLLOW ME > facebook blog | photography* | twitter | instagram* | rss

22 gennaio 2007

[57] Musica: Alan Braxe presents Lifelike & Kris Menace "Discopolis"

Difficile per gli amanti della musica house non resistere a questa canzone. Presentato dal guru della house francese Alan Braxe (celebre la sua "Running -intro-" con Fred Falke) il disco si è subito fatto notare nei club per la sua immediatezza ma anche per la sua originalità e la propensione (nella versione originale) a non essere mai troppo eccessivo, ma sempre moderato pur cercando di far divertire.

"Discopolis" (ascolta) come ormai è consuetudine nel mondo house non fa altro che prendere in prestito alcuni elementi di canzoni del passato, più o meno famosi. In questo caso i due djs hanno campionato ben 3 dischi:

"Another life" Kano
"Menergy" Patrick Cowley
"White bmw" V.u.l.v.a.

Fin da subito il brano ha riscosso un ottimo successo, declinato in varie versioni per accontentare tutti i gusti.
Ecco quindi le tracce degne di nota:

A hundred birds remix: (ascolta) questa traccia è caratterizzata da suoni molto più naturali rispetto ad altre versioni, con un inizio di batteria e percussioni che scandiscono il ritmo. A questo si aggiungono sonorità decisamente elettroniche anche se il basso rimane comunque slegato dall'essere artificiale. Decisamente molto piacevole, un giusto mix di suoni house e pop che non stonano. L'atmosfera del disco rimane comunque sempre molto pacata, quasi surreale, con il basso e la cassa che pur essendo molto presenti lasciano spazio ad atmosfere lounge.

Lifelike & Kris Menace remix
: (ascolta) ecco una delle tracce più conosciute. Sonorità elettroniche ma melodiche, a tratti ipnotiche, altre volte lounge. Basso molto presente, ma meno profondo rispetto a quello del remix precedente. Rimane comunque un'ottima variante della versione originale.

Original mix
: (ascolta) fondamentalmente non aggiunge molto alle precedenti, se non il basso che caratterizza la canzone, molto profondo, sempre avvertibile, che diventa parte integrante della melodia. Un'ottima traccia che potrebbe fare pensare anche ad una futura performance vocale.

Kerri Chandler bigga mix
: non poteva mancare la traccia dedicata agli amanti della progressive, ritmo leggermente più veloce e sonorità taglienti, electro-acid. Elemento caratterizzante è l'assolo del sintetizzatore che aggiunge una nota ipnotica al brano. Il basso pur essendo avvertibile è comunque abbastanza distaccato dalle percussioni, effetto per cui la canzone sembra quasi essere priva del basso.

Nel complesso siamo di fronte ad uno dei dischi che aprono il 2007, speriamo di sentire altre evoluzioni di questo meritevole prodotto che per adesso pur avendo sonorità in parte commerciali soffre ancora dell'effetto Serenissima.

Di seguito il video, uno dei più apprezzati in assoluto nel panorama della musica house, da molti definito uno dei migliori video di Seb Janiak.
myspace

5 commenti:

dj Luca ha detto...

Non so,tra tutte continuo a preferire la versione originale,i vari remix citati la stravolgono parecchio..La prima cosa che mi ha colpito di questa canzone è la semplicità,l'atmosfera lounge che crea come hai detto tu, i remix tendono a cancellare questo punto di vista..
Poi cmq dipende dai gusti..

Saint Andres ha detto...

x LUCA: proprio per i motivi che hai citato tu, secondo me l'unica che è in grado di competere con l'originale è la versione di A Hundred Birds, mi paice un sacco questo remix, sopratutto per la naturalezza dei suoni, ma anche mettendola a confronto con il trend più elettronico della versione originale risulta sempre sorprendente.

Ormai si è capito che amo l'unione di suonorità house e sonorità più naturali, alcuni esempi "Verdis Quo", "La Serenissima".

LacrimadiLuna ha detto...

Posso dire qualcosa a proposito del video?!

Saint Andres ha detto...

x LACRIMADILUNA: eh eh... non c'è molto da dire sul video, forse sulla realizzazione tecnica, ma per il resto è monotematico...

dj Luca ha detto...

Solo per palati fini..